finanziamento di 20 milioni di euro

2

Nel marzo di quest’anno il Consorzio ha ottenuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell’ambito del “Piano Invasi”, un finanziamento di 20 milioni di euro, per il rifacimento delle lastre di rivestimento spondale del Canale per una lunghezza di 4,8 Km, nel tratto compreso tra i Comuni di Belfiore (loc. Zerpa) e Veronella (loc. Desmontà).

I lavori che avranno una durata di cinque anni avranno inizio nei primi mesi del 2020 e si protrarranno durante il periodo invernale non irriguo.

L’opera consiste essenzialmente nel rifacimento del fondo canale mediante la sostituzione delle lastre prefabbricate esistenti con un nuovo rivestimento costituito da lastre in cemento armato.

La realizzazione di lavori potrà apportare benefici in termini di:

  • Obiettivi irrigui 

Mediante la riduzione delle perdite nel canale di adduzione sarà possibile distribuire più acqua potendo così ottenere un aumento della dotazione irrigua.

  • Obiettivi ambientali.

Attraverso la riduzione delle perdite nel canale di adduzione sarà possibile immettere maggiori portate nei corsi d’acqua Fratta, Guà-Frassine e Bacchiglione aumentando gli effetti di vivificazione di tali corsi d’acqua.

Tra gli obiettivi ambientali si segnala anche la possibilità di ridurre la portata prelevata dal fiume Adige in maniera continuativa nei mesi invernali con una riduzione della media annua prelevata.

  • Obiettivi di sicurezza idraulica.

Con riferimento alla funzione di bonifica svolta dal Canale L.E.B., l’intervento in progetto permetterà di ripristinare ed aumentare le funzioni di mitigazione del rischio idrogeologico svolte nel tratto Adige-Guà.

Inoltre, l’intervento di ampliamento del sistema di telecontrollo permetterà una più efficiente ed efficace gestione del Canale

Torna su