Acqua, ambiente, paesaggio, agricoltura: ritorna Terrevolute dal 3 al 6 giugno

Locandina-Terrevolute

Ritorna Terrevolute, il Festival della Bonifica promosso da ANBI Veneto con i suoi 11 Consorzi di Bonifica e dall’Università degli Studi di Padova per raccontare il rapporto tra uomo, acqua e territorio.

La quarta edizione di Terrevolute Festival della Bonifica si tiene dal 29 maggio al 6 giugno 2021 a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, città che sorge in un territorio fortemente caratterizzato da rilevanti interventi di bonifica idraulica nonché sede, nel 1922, del Primo Congresso regionale per le bonifiche venete, al quale parteciparono esperti, studiosi e amministratori d’ogni parte d’Italia.

Curatrice del Festival è Elisabetta Novello, docente di storia economica dell’Università degli Studi di Padova; direttore artistico è l’attore Andrea Pennacchi.

“La manifestazione – spiega il presidente di ANBI Veneto Francesco Cazzaro – prosegue nell’impegno di raccontare il legame tra uomo, acqua e territorio partendo dall’assunto che gran parte del paesaggio del nostro Paese, e del Veneto in particolare, è il frutto di un plurisecolare lavoro di regimazione delle acque per riscattare le campagne dalle paludi, rendere fertili terre altrimenti improduttive e ridurre il più possibile il rischio idraulico”.

In ragione della valenza culturale, economica e sociale il Festival ha visto confermati anche quest’anno i patrocini, tra gli altri, del Ministero della Transizione Ecologica e del Ministero dell’Agricoltura, nonché della Regione del Veneto che l’ha inserito nel programma dei Grandi Eventi.

Il Festival anche quest’anno e forte della partecipazione attiva di ANBI, presente con il presidente Francesco Vincenzi e il direttore generale Massimo Gargano, che coordina i due importanti simposi in piazza Indipendenza nella giornata inaugurale prevista per venerdì 4: “Il riuso delle acque reflue depurate in agricoltura: sfide, cautele e opportunità” (ore 10.30-13.00) e “Deflusso ecologico: dalla teoria alla pratica. Opportunità e criticità per il fiume e il territorio” (ore 15:00-17:30). Inaugurazione, ore 9.30 di venerdì 4, sempre in Piazza Indipendenza.

Particolarmente significativi anche gli incontri che vedono protagonista ANBI Veneto il pomeriggio di giovedì 3: (ore 15.00, p.zza Indipendenza) “La manutenzione gentile a servizio dell’ambiente”. Presentazione della seconda edizione del “Manuale per la gestione ambientale dei corsi d’acqua. L’esperienza dei Consorzi di Bonifica”, a cura di Veneto Agricoltura e ANBI Veneto; e “Per un uso sostenibile della risorsa acqua” (ore 16.00, p.zza Indipendenza), presentazione di due iniziative che vedono la collaborazione tra ANBI Veneto e Crédit Agricole Friuladria: “Veneto. Terra di risorgiva” (mappatura, lo studio delle criticità e possibili interventi di ripristino e valorizzazione) e Irribanc – ContaminationLAB.

Tra gli artisti protagonisti del Festival: Andrea Pennacchi, Mario Brunello, Mario Tozzi, Lorenzo Baglioni, Pantakin.

Come sempre il programma è poi arricchito da mostre e da visite guidate ai luoghi della bonifica.

Pre-festival dal 29 maggio. Tutte le info su Festival della Bonifica

Torna su